Conto economico: modello gratis da scaricare

conto-economico

Un modello di Conto Economico in formato Excel ti sarebbe utile, in modo da non dipendere più dagli altri?

Conto economico facile da utilizzare, anche per chi è proprio pratico del software. Tutto GRATIS!

Questo modello-template che mettiamo a disposizione gratuitamente è solo un esempio.

Non dovrete fare altro che aprire il file e personalizzare in base alle vostre esigenze.

Nulla di trascendentale! Davvero molto semplice.

l software è in Excel con possibilità di essere adattato alle singole esigenze.

Il prodotto consente determinati automatismi che agevolano la redazione delle proiezioni.

Si compone dei seguenti fogli di lavoro:

1. Stato patrimoniale

2. Conto economico

3. Flussi di cassa

4. Ripartizione tra costi fissi e variabili

5. Break even point (punto di pareggio)

Nell’impostazione ci si è attenuti alla modulistica richiesta dal regolamento per la redazione delle proiezioni del Business Plan che nella sostanza, per Stato Patrimoniale e Conto Economico, sono stati previsti nella forma della IV Direttiva CEE.

Per usufruire degli automatismi permessi da programma si consiglia di partire dalla redazione dalla ripartizione tra costi fissi e variabili (Foglio di lavoro n. 4).

La ripartizione è necessaria per poter calcolare il Break even point.

Si considerano costi fissi quelli che non hanno diretta dipendenza con i ricavi e non variano in dipendenza del variare di questi.

I costi variabili, invece, sono quelli che mutano direttamente al variare dei ricavi e nello stesso segno (aumentano se aumentano i ricavi e viceversa).

Il foglio 4 prevede che per ciascuna delle voci dei costi della produzione (dalla n.6 alla n. 14 dello schema di Conto Economico della IV Direttiva CEE) si esponga un dettaglio dei costi che le compongono (derivabile dal piano dei conti, dai bilanci di verifica e dai raccordi tra il piano dei conti della contabilità e lo schema della IV Direttiva CEE) e si ripartiscano le singole voci tra costi fissi e variabili.

Fatto questo, il programma da’ in automatico il riepilogo che va ad alimentare sia i dati dei costi della produzione (dal n. 6) a n. 14)) del Conto economico che quelli per il calcolo del Break even point.

Quest’ultimo foglio non va toccato ed i valori vengono in automatico.

Successivamente si consiglia di passare al Conto economico che a questo punto ha già i costi della produzione per completare i valori (ricavi, proventi/oneri finanziari, etc.) con l’avvertenza che le imposte sono calcolate in automatico.

La tabella degli indicatori viene elaborata in automatico senza bisogno di interventi.

Da ultimo va compilato lo Stato patrimoniale che ha una quadratura automatica nel conto Banche del passivo (se attive le banche sono rappresentate con il segno – ) e riceve dal Conto Economico il risultato d’esercizio oltre al TFR.

Gli ammortamenti, invece, derivano dal foglio relativo alla ripartizione tra costi fissi e variabili.

Conto economico, Stato Patrimoniale e ripartizione costi fissi/variabili, hanno indicati in testa, con colori diversi, caselle di input (grigio) e caselle di formula (turchese) per agevolare la compilazione.

SCARICATELO IN BASSO ⇓

download

tuttoin1

About tuttoin1

Tuttoin1 è la risposta a tutto cio che cerchi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *