Laika, il primo animale nello spazio

laika-Kudrjavka-Muttnik

L’Unione Sovietica sbalordì il mondo il 3 novembre 1957, con il lancio dello Sputnik 2. A bordo del piccolo satellite c’era un piccolo cane, Laika, il primo animale in orbita attorno alla Terra.

Tuttavia, Laika non fu il primo animale nello spazio. Gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica avevano messo animali in cima ai razzi già dal 1947.

Nei primi giorni di scienza missilistica, nessuno conosceva gli effetti dell’assenza di gravità. Animali – soprattutto cani, scimmie e scimpanzé – erano stati usati per testare la sicurezza e la fattibilità di lanciare un essere vivente nello spazio e riportarlo illeso.

Da allora, gli animali hanno continuato a svolgere un ruolo importante nella comprensione dell’impatto della microgravità su molte funzioni biologiche. Gli astronauti hanno studiato tutti i tipi di animali – vespe, tartarughe, mosche, vermi, pesci, ragni, conigli, api, formiche, rane, topi, grilli, ratti, tritoni, lumache, ricci, falene, artemie, meduse, maiali, farfalle, scorpioni e scarafaggi.

Sputnik e Muttnik

Laika era una giovane husky-siberiana. Era stata salvata dalle strade di Mosca. Scienziati sovietici ritenevano che un cane randagio avrebbe già imparato a sopportare dure condizioni di fame e di freddo. Quindi, era stata formata per viaggi spaziali, allevata con un gel nutriente, che sarebbe stato il suo cibo nello spazio.

Il nome del cane era originariamente Kudrjavka (ricciolina), ma divenne nota a livello internazionale come Laika, nome comune russo per diverse razze di cane simile a un husky. I giornalisti americani la soprannominarono Muttnik, giocando con la parola Mutt (in inglese bastardino) e col nome della capsula (Sputnik).

Purtroppo, il viaggio di Laika nello spazio era di sola andata. Non era previsto un rientro. Non si sa esattamente quanto tempo Laika abbia vissuto in orbita (forse poche ore o pochi giorni). Lo Sputnik 2 bruciò nell’atmosfera nell’aprile del 1958.

I primi astronauti animali

Anche se non vi è una distinzione netta tra l’atmosfera e lo spazio, una linea immaginaria di circa 110 chilometri dalla superficie, chiamata la linea di Karman, è di solito il luogo dove gli scienziati dicono che l’atmosfera terrestre incontra lo spazio esterno.

I primi animali nello spazio erano moscerini della frutta. Il 20 febbraio 1947, gli Stati Uniti misero i moscerini della frutta a bordo di razzi V-2 catturati ai tedeschi, per studiare l’esposizione alle radiazioni ad alta quota. Il primo mammifero, invece, fu la scimmia Albert II, usata dagli Stati Uniti per monitorare i parametri vitali.

Mentre gli Stati Uniti usavano la sperimentazione con le scimmie, l’Unione Sovietica usava i cani. Durante gli anni 1950 e 1960, l’Unione Sovietica aveva una batteria di almeno 57 cani. Tuttavia, poiché alcuni cani volavano più di una volta, potrebbero aver partecipato a missioni spaziali in meno di 57.

I primi cani lanciati, Tsygan e Dezik, erano a bordo del R-1 IIIA-1. I cani raggiunsero lo spazio il 22 luglio 1951, ma non orbitarono. Erano i primi mammiferi recuperati con successo da volo spaziale.

Dopo Laika, l’Unione Sovietica inviò nello spazio altri due cani, Belka e Strelka, il 19 agosto 1960.

 

tuttoin1

About tuttoin1

Tuttoin1 è la risposta a tutto cio che cerchi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *