Palude, un terreno coperto d’acqua

palude

Palude

La palude rappresenta il ristagno di acqua che può formarsi dove il suolo è pianeggiante e un po’ depresso rispetto alle regioni vicine, o dove la sua pendenza è troppo piccola per consentire un normale deflusso delle acque. Le paludi hanno acqua poco profonda, distesa su una superficie piuttosto ampia e ingombra, in gran parte, da vegetazione (giunchi, cannucce, carici, ecc. ). Essa è uno dei luoghi più favorevoli allo sviluppo delle larve delle Anofeli, le zanzare trasmettitrici della malaria. La bonifica tende a prosciugare questi terreni per renderli coltivabili e abitabili. Le piante palustri sono fisse al substrato per le parti inferiori ma, a differenza delle piante acquatiche, sommerse o galleggianti, sporgono ampiamente dall’acqua.

tuttoin1

About tuttoin1

Tuttoin1 è la risposta a tutto cio che cerchi!

One thought on “Palude, un terreno coperto d’acqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *