Paulonia, proprietà commerciali e fattore ecologico

paulonia

Paulonia o Paulownia

La Paulonia (Paulownia) è  una pianta apparsa in Europa agli inizi del 1800, importata dalla società olandese dal orientale dell’India.

Ha acquisito il suo nome dalla nobildonna russa Anna Pavlovna, figlia dello zar Paolo I (1818).

A metà del secolo, si diffuse in tutto il territorio italiano grazie alle sua qualità.

Infatti, si tratta di un magnifico albero dai fiori molto decorativi, con le foglie a forma di cuore, e che in tarda primavera produce fiori bianchi profumati o viola, legati a grandi rami.

I frutti autunnali sono capsule ovali rivestite da una membrana color oro.

la Paulonia è chiamata anche albero della Principessa per la forte composizione del legno e la sua rapida crescita.

Se coltivata ​​in opportune condizioni, questa pianta può crescere ad una velocità tale che supera i 20 metri di altezza in 3 anni, ecco perché è perfetta per la produzione di legno.

Esistono almeno 6 diverse famiglie di legno di Paulownia: Elongate, Fargesii, Fortunei, Giabrata, Taiwaniania, Tormentosa.

Dal 1972 è iniziato uno studio scientifico per migliorare ancora le qualità di questo albero.

In questo modo, nel 2007, è stato creato un albero perfetto per la coltivazione e la produzione di legname a tempo di record: la Paulownia clone 112® (non OGM, ma regolare brevetto).

Proprietà della Paulonia

Nota nel settore del legno e del mobile come “legno alluminio”, la Paulownia clone 112® è il 30% più leggera rispetto a qualsiasi altro tipo di legno con una forte composizione.

E’ resistente alla flessione (cresce dritto), resistente alla contrazione (non si rompe) ed è generalmente resistente alla deformazione (resiste a temperature da -30 a + 50 ° C).

La qualità del legno è bella, pulita e senza venature né nodi.

Per tutti questi motivi è un albero straordinariamente adatto a fungere da legno per travi, a produrre mobili domestici, pannelli compressi, case prefabbricate e pannelli interni prefabbricati per costruzione e quasi ogni altro tipo di utilizzo.

Si tratta di un legno pregiato e utilizzato per le parti interne degli yacht, usato per dettagli di alto prestigio (le sue radici sono utilizzate per le parti interne della Rolls Royce).

La Paulownia clone 112® viene coltivata come fonte infiammabile biologica per risolvere la crisi energetica.

L’albero si rigenera naturalmente con i sistemi presenti sulle radici, guadagnando così il nome di albero dell’uccello Phoenix.

Fattore ecologico della Paulonia

L’impianto può essere raccolto ogni 3 anni, senza essere piantato di nuovo.

Le sue foglie hanno una crescita molto rapida ed hanno una grande capacità di assorbire anidride carbonica e polveri.

Sulla base dei valori nutrizionali questa foglia è un alimento perfetto per gli animali da allevamento.

Il tronco cresce dritto e senza nodi  per circa 6 metri.

La paulonia è riconosciuta a livello globale come il maggiore assimilatore di anidride carbonica offrendo, quindi, la massima quantità di ossigeno nell’aria.

E’ proclamata come la pianta del futuro dell’umanità, grazie al suo sviluppo e le proprietà rigeneranti.

Ogni ettaro contiene circa 600 piante e assorbe 1200 tonnellate di anidride carbonica l’anno (equivalenti agli scarichi di una macchina che ha fatto 100,000 km di distanza).

tuttoin1

About tuttoin1

Tuttoin1 è la risposta a tutto cio che cerchi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *