Vene varicose: rimedi naturali

vene varicose

Trattamenti per le vene varicose

Il trattamento delle vene varicose non è semplice e solitamente richiede molto tempo per avere decenti risultati. La causa principale è la cattiva circolazione. Se non vengono trattate in modo corretto, possono portare a gravi problemi di salute come la trombosi, ferite aperte, ecc. Ci sono molte cure naturali che possono aiutare, migliorando la circolazione, o prevenendo l’aggravarsi della situazione.

Ippocastano per le vene varicose

L’ippocastano è un ottimo rimedio naturale per il trattamento non solo delle vene varicose, ma anche delle emorroidi. Questa cura naturale riduce i processi infiammatori, aumenta la resistenza dei vasi sanguigni, aumenta la resistenza dei capillari venosi e riduce la permeabilità dei liquidi. Si riduce anche il carico dei vasi sanguigni e il gonfiore delle vene. L’ippocastano libera anche dalla sensazione di pesantezza alle gambe, riduce il dolore e gli spasmi.

Questo balsamo può essere preparato in modo semplice per tutti. In autunno, è necessario raccogliere 10 grandi pezzi di ippocastano, macinarli finemente e metterli in vasetto. Dopo di che, la polvere di ippocastano deve essere sommersa da 2 dl di alcool (è ancora meglio se può essere affogata nella grappa). Il vaso riempito con questo contenuto dovrebbe restare al sole per 7 settimane.

Dopo questo periodo di tempo, la miscela ottenuta deve essere tesa, versata in una piccola bottiglia e strofinata ogni giorno sui punti del corpo colpiti.

Crema di calendula per le vene varicose

La crema naturale di calendula è un efficace rimedio casalingo in caso di vene varicose. Questa crema è consigliata quando sono presenti flebiti, con o senza ferite.

Bisogna raccogliere due manciate di calendula (fiori, foglie o steli), e tritarle finemente. Poi si devono mettere 500 gr di grasso di maiale in un vaso di medie dimensioni e riscaldare a temperatura elevata.

Quando il grasso viene riscaldato fino al massimo, versare il trito di fiori e tenerlo sulla stufa fino al punto di ebollizione. Mescolare dopo aver tolto dal fuoco. Mettere il coperchio sul recipiente e tenerlo per tutta la notte a temperatura ambiente. Il giorno dopo il tutto deve essere riscaldato delicatamente solo ad una temperatura tale da consentire di essere facilmente stesa.

Infine, questa crema deve essere versata in un recipiente adeguato e regolarmente applicata sulle parti interessate, più volte al giorno.

Cavolo per le vene varicose

Le foglie di cavolo fresco come cura naturale sono un ottimo impacco per il trattamento di flebiti. Mettere pezzi freschi di cavolo direttamente sulle vene varicose, bloccandoli con una fascia elastica. Questo impacco dovrebbe essere tenuto sulle vene fino a quando il cavolo ottenuto asciugato. Dopo di esso, si consiglia di mettere un altro pezzo fresco di cavolo.

Contano molto le dimensioni e la freschezza del cavolo in base anche al grado di infiammazione (serve bello grande). È particolarmente importante, poi, mantenere il cavolo sulle vene varicose anche durante la notte.

Nota

L’effetto migliore per la guarigione delle vene varicose può essere realizzato combinando la crema alla calendula con quella di ippocastano.

Trattare prima con la crema di calendula e dopo pochi minuti (quando la pelle è pronta per una nuova applicazione di crema) con il balsamo di ippocastano. In questo modo, grazie alla crema di calendula, la pelle è protetta dalla disidratazione, ed è molto meglio del consumo indipendente di ippocastano, a causa della possibilità di irritazioni dovute all’alcool.

tuttoin1

About tuttoin1

Tuttoin1 è la risposta a tutto cio che cerchi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *