Galileo Galilei, lo scienziato, il matematico e l’astronomo

galileo galilei
Condividi

Galileo Galilei

Galileo Galilei nacque a Pisa, in Italia, dove crebbe con i suoi fratelli e sorelle durante il Rinascimento italiano.

Suo padre era un insegnante di musica e un famoso musicista. La sua famiglia si è trasferita nella città di Firenze quando aveva dieci anni.

Fu a Firenze che Galileo iniziò la sua formazione presso il monastero camaldolese.

Galileo era un musicista affermato e uno studente eccellente.

All’inizio voleva diventare medico, così nel 1581 andò all’Università di Pisa per studiare medicina.

Scienziato in erba

Durante gli studi universitari, Galileo si interessò di fisica e matematica.

Una delle sue prime osservazioni scientifiche fu quando appese una lampada al soffitto della cattedrale.

Notò che la lampada impiegava lo stesso tempo per oscillare avanti e indietro.

Questa osservazione non era in accordo con i principi scientifici comuni dell’epoca.

Nel 1585 Galileo lasciò l’università e ottenne un lavoro come insegnante.

Iniziò a sperimentare con pendoli, leve, palline e altri oggetti, cercando di descrivere come si muovevano usando equazioni matematiche.

Inventò persino un dispositivo di misurazione avanzato chiamato bilancia idrostatica.

Galileo Galilei e il “metodo scientifico”

Durante il tempo di Galileo, non c’erano realmente “scienziati” come li conosciamo oggi.

Si studiavano principalmente le opere dei filosofi classici e pensatori come Aristotele.

Non venivano condotti esperimenti o testate le idee, ma ci si limitava a crederle vere.

Galileo, invece, aveva idee diverse. Voleva testare i presidi e vedere se poteva osservarli nel mondo reale.

Questo era un nuovo concetto per le persone del suo tempo e pose le basi per il metodo scientifico.

Tuttavia, gli esperimenti di Galileo fecero arrabbiare quelli che volevano che le opinioni tradizionali fossero messe in discussione.

Nel 1592 Galileo si trasferì da Pisa all’Università di Padova, dove gli fu permesso di sperimentare e discutere nuove idee.

Copernico

Copernico era un astronomo vissuto all’inizio del 1500.

Questi aveva avuto l’idea che il Sole fosse il centro dell’universo.

Questo era molto diverso dalla convinzione del tempo che la Terra fosse il centro.

Galileo iniziò a studiare il lavoro di Copernico e ritenne che le sue osservazioni dei pianeti supportassero la visione che il Sole fosse il centro.

Questa opinione fu molto controversa.

Telescopio

Nel 1609, Galileo venne a conoscenza di un’invenzione dall’Olanda chiamata telescopio che poteva far sembrare molto più vicini oggetti lontani.

Quindi, decise di costruire il suo telescopio, apportando grandi miglioramenti alla versione olandese.

Con esso, lo scienziato iniziò a scrutare il cielo e osservare i pianeti.

Ben presto la versione di Galileo del telescopio fu utilizzata in tutta Europa.

L’astronomo Galileo Galilei

Galileo fece molte scoperte usando il suo telescopio, comprese le quattro grandi lune intorno a Giove e le fasi del pianeta Venere.

Scoprì anche le macchie solari e apprese che la Luna non era liscia, ma era coperta di crateri.

Prigione

Mentre Galileo studiava i pianeti e il Sole, si convinse che la Terra e gli altri pianeti orbitassero attorno al Sole.

Nel 1632 scrisse un libro intitolato Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo.

In questo libro dimostrò come la Terra orbitasse intorno al Sole.

Tuttavia, la potente Chiesa cattolica considerava le idee di Galileo come un’eresia.

Dapprima lo condannarono all’ergastolo, ma in seguito gli permisero di vivere nella sua casa in Toscana agli arresti domiciliari.

Morte

Galileo continuò a scrivere mentre era agli arresti domiciliari.

Negli ultimi anni divenne cieco. Morì l’8 gennaio 1642.

tuttoin1

About tuttoin1

Tuttoin1 è la risposta a tutto cio che cerchi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *