José Saramago, premio Nobel per la letteratura

jose saramago
Condividi

José Saramago

Il premio Nobel José Saramago nacque ad Azinhaga, in Portogallo, il 16 novembre 1922.

Era un giornalista portoghese, traduttore, romanziere, drammaturgo e poeta. 

Il suo lavoro è stato tradotto in 25 lingue con una vendita 2.000.000 di copie solo in Portogallo. 

Prima che Saramago ottenesse il riconoscimento internazionale come romanziere, era stato direttore di un giornale (1974-1975) e membro del Partito comunista portoghese (1969).

Saramago era cresciuto in circostanze difficili a Lisbona. 

Si barcamenò lavorando come meccanico e metalmeccanico prima di ottenere un lavoro in una casa editrice e diventare traduttore e giornalista. 

Nel 1944 sposò Ilda Reis, dattilografa. Tuttavia, il matrimonio finì con il divorzio 26 anni dopo. 

Dopo essersi unito al Partito Comunista Portoghese nel 1969, Saramago iniziò a scrivere poesie, pubblicando numerosi volumi. 

Lavorò al giornale di Lisbona per un anno prima di perdere la sua posizione a causa del rovesciamento della dittatura di António Salazar che aveva provocato un contraccolpo anticomunista. 

Saramago in seguito dichiarò in un’intervista: “Essere licenziato è stata la migliore fortuna della mia vita; è stata la nascita della mia vita di scrittore”. 

Si dedicò, infatti, completamente alla scrittura dal 1979.

Si sposò ancora una volta, con una giornalista di nome Pilar del Río.

Nel 1998 ottenne il Premio Nobel per la letteratura.

Saramago morì il 18 giugno 2010.

La carriera letteraria di Saramago ha visto la pubblicazione di molte poesie, libretti, racconti, opere teatrali, romanzi, diari di viaggio e diari. 

Il suo primo romanzo, Manuale di pitura e calligrafia, fu pubblicato nel 1977.

Nel 1980 pubblicò Una terra chiamata Alentejo, seguito da Viaggio in Portogallo (1981).

Il suo romanzo più noto, Memoriale del convento, pubblicato nel 1982, è la storia di un veterano di guerra handicappato e il suo amante che usa una macchina volante alimentata dalla volontà umana per fuggire dalla sua difficile situazione, sullo sfondo del Portogallo del XVIII secolo. 

Tra le altre opere di Saramago ricordate L’anno della morte di Ricardo Reis (1984), La zattera di pietra (1986), , Storia dell’assedio di Lisbona (1989) Tutti i nomi (1995), Cecità (1995), La caverna (2000), L’uomo duplicato (2002, con il film Enemy), Saggio sulla lucidità (2004), Le intermittenze della morte (2005 ), Il viaggio dell’elefante (2008) e Caino (2009). 

Saramago è anche autore di numerosi volumi di poesie e opere autobiografiche come Le piccole memorie (2006).

José Saramagio divenne famoso per il suo controverso romanzo, Il Vangelo secondo Gesù Cristo, in cui Saramago ipotizza Gesù Cristo come un’anima innocente intrappolata tra le differenze di Dio e Satana. 

Le sue opinioni apertamente atee furono disprezzate dalla Chiesa cattolica romana che lo vietò e ne bloccò anche l’ingresso al concorso letterario dell’Unione Europea nel 1992.

Tuttavia, gli fu dato il permesso di partecipare al concorso dopo molte proteste internazionali.

Quando Saramago divenne il primo scrittore di lingua portoghese a vincere un premio Nobel (1998), fu uno scrittore affermato e ampiamente letto in tutta Europa.

tuttoin1

About tuttoin1

Tuttoin1 è la risposta a tutto cio che cerchi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *